Lombardia Film Commission, i guai del controllore Gennari: doveva vigilare e invece, per la Gdf, era in affari con gli indagati


Non è indagato, ma la sua posizione per il caso del capannone di Cormano – venduto, secondo la Procura di Milano, alla Lombardia Film Commission a prezzo gonfiato per drenare soldi pubblici dai “commercialisti della Lega”, Michele…



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.