«Sotto il casco siamo tutti uguali» Alla benedizione delle moto anche i biker del Sahara musulmani


«Quando ci incrociamo in strada ci salutiamo sempre. E avendo tuta e casco non sappiamo se il nostro amico motociclista è uomo o donna, bianco o nero, musulmano, ebreo o cristiano. Poi, anche quando si scende dalla sella, si parla di gomme e di…



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.